Una famiglia…tanta curiosità…un sogno….Il Mondo !

Yellowstone E Gli Orsi Nascosti

Eravamo pronti: di notte non lasciare alimenti o profumi in macchina (puo’ piegare la portiera come se fosse cartoncino), in caso di avvistamento mantenersi a 95 metri di distanza, se si avvicina indietreggiare camminandno all’indietro, come i giapponesi davanti all’imperatore, in caso di carica non correre ma spruzzare una nube di spray repellente sulla sua linea di corsa e, se non si ferma, spruzzargli lo spray in faccia. Se ancora non si arrende: fight back, combatti. Putroppo (o per fortuna, dipende dai punti di vista) di orsi non ne abbiamo incontrati neanche uno, neanche da lontano…peccato.
Siamo arrivati a Yellowstone dopo 9 ore di auto da Denver, Colorado, attraversando un panorama non proprio esaltante:

P1000512

Dopo un pernottamento a Cody (purtroppo abbiamo mancato il Rodeo, sarei stato curioso di vederne uno dal vivo e soprattutto di vedere il pubblico che vi assiste) siamo entrati a Yellowstone ed abbiamo fatto il primo pic-nic con un po’ d’ansia da orso:

P1000530

Nei giorni successivi, visto che di grizzly non ce n’era neanche l’ombra, ci siamo un po’ rilassati e ci siamo goduti le bellezze del parco e gli avvistamenti di altri animali (anche se ce ne aspettavamo di piu’…):

P1000539

P1000568

P1000547

P1000602bis

Il parco e’ molto grande e c’e’ un’unica strada per raggiungere i vari punti di interesse e a volte, soprattutto quando si forma una coda dovuta alle macchine che si fermano per fotografare e/o per far attraversare i bisonti, sembra un po’ di essere allo zoo safari di Pombia, non so se avete presente.
Poi pero’ la sensazione passa e si ritorna a godersi gli spazi enormi di questa natura sconfinata e le altre attrative, come le cascate ed i geysers:

P1000573

P1000579

P1000654
Oppure quello che per me e’ uno degli aspetti piu’ belli di Yellowstone, le colored pools, pozze di acqua calda che cambiano colore a seconda della temperatura e dei minerali presenti…non ti stancheresti mai di guardarle e fotografarle, sembrano i colori di una tavolozza in attesa che il pittore inizi ad usarli:

P1000632 P1000645 P1000698

P1000668
Non c’era pero’ unanimita’ sulla bellezza di queste pools e quindi, per non rischiare un ammutinamento, la visita ad alcune di esse e’ stata sacrificata sull’altare dello svago: un bel bagno nel torrente, dove l’acqua era molto meno fredda di quanto ci si possa aspettare da un fiume a 2.200 metri di altitudine !
A proposito di freddo: chi e’ quel pazzo che prima della partenza continuava a dire “Yellowstone e’ tutta sopra di 2.000 metri, fara’ freddo, portatevi un pile ed anche una giacca a vento…” ? Temperatura media di questi 3 giorni: 30 gradi, rischio di scottatura sulle parti esposte…quanto bagaglio inutile !

Annunci

Una Risposta

  1. Ahhh Yellowstone…prima o poi.
    Alberto, come sai, molta invidia per la durata del viaggio. Godetevela!!!
    Ciao

    3 luglio 2015 alle 10:56 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...