Una famiglia…tanta curiosità…un sogno….Il Mondo !

Prima di partire

Hawaii E Relax – Parte 1: Oahu E Kauai

Alla fine la magia delle Hawaii si è avverata, qui l’acqua del Pacifico è alla giusta temperatura per un rilassante bagno di mare e le spiagge sono accoglienti.

Di Oahu avevamo letto che non era granché,  che se non si è interessati alla mondanità di Waikiki la si può evitare, che dopo aver visto le altre isole sarebbe rimasto il rimpianto del tempo sprecato su questa isola…a noi invece è piaciuta: sarà stato per il piccolo ma accogliente cottage con micro-giardino annesso, sarà che abbiamo abbandonato subito Honolulu e Waikiki e ci siamo diretti verso la costa est, con le sue belle spiagge bianche, qui il relax post on the road ha avuto un ottimo inizio:

P1020174

P1020190

P1020192

Anche Waikiki non è poi così male, certo è pieno di hotel e negozi di lusso e ci abbiamo messo mezz’ora a trovare parcheggio,  però ci sono anche tante famiglie del posto che si fanno il loro barbeque tra le palme e decine di giovani e meno giovani che aspettano l’onda giusta:

P1020262

P1020270

Kauai invece è un tuffo nella natura, l’isola è molto piovosa (ma piove soprattutto di notte, anche se ci siamo beccati qualche pioggerella “orizzontale”, cioè acqua che scende ma nessuna nuvola sopra di noi…) e per questo è verdissima oltre ad avere un serie di belle spiagge dalla sabbia dorata:

P1020301

P1020280

In una di queste spiagge abbiamo anche incontrato un ospite inatteso,  una foca monaca che si riposava beata sulla riva al termine della sua pesca quotidiana:

P1020290

Ma visto che con il relax è meglio non esagerare, per non rischiare di impigrirci siamo andati a vedere il Waymea canyon, detto il gran canyon del pacifico, ed il vicino parco naturale dove un sentiero nella giungla avrebbe dovuto portarci a vedere un magnifico panorama: molto bello il sentiero (abbiamo anche incontrato una coppia italiana alla ricerca di insetti nel terriccio), una fregatura il panorama, visto che eravamo immersi dentro una nuvola e non si vedeva un bel niente !

P1020309P1020314

P1020341

P1020350

P1020337P1020342

Dopo la faticata ci siamo concessi un bagno in una spiaggia della costa sud, meno bella di quelle a nord viste finora, ma che ci ha regalato due belle sorprese:

P1020376

P1020293

P1020390

P1020411

Qui a Kauai la natura è proprio di casa !

L’ultima mattina abbiamo visto una bella cascata e poi abbiamo dovuto abbandonare a malincuore il cottage affittato, stava in un complesso talmente lussuoso che all’arrivo qualcuno dei più maligni ha detto “papà, abbiamo sicuramente sbagliato strada…”, ma soprattutto era circondato da una piacevole terrazza in legno con vista su un curato giardino tropicale che sarà difficile non riportare alla memoria nei giorni più freddi del prossimo inverno…

P1020504

P1020488

 

 

 

 

 

 

Annunci

Compagni Di Viaggio – 2015

A volte è bello sapere di non essere da soli.
A volte è bello sapere che c’è una famiglia come la nostra, che forse, se potesse, partirebbe domani e girerebbe per il mondo a tempo indeterminato.
A volte è bello sapere che c’è una Mamma Sognatrice che ha lo stesso spirito di avventura di Papà Sognatore e un Papà Paziente che la bilancia, come la nostra Mamma Paziente, e due adolescenti sereni, spesso sorridenti, a completare la famiglia.

Per qualche anno abbiamo fatto delle vacanze con questa famiglia, e sono sempre state vacanze piacevoli, rilassate…

Ora è arrivato il momento di un’avventura un po’ più “grande” e (forse) anche un po’ più stressante ma, mi auguro, anche molto appagante: benvenuti !

Domani si parte !


Non Riesco A Capire, E Allora…..Parto !

Sono giorni di passione, giorni di speranze e delusioni…ci provo, mi sforzo di capire quali possono essere le motivazioni di chi vota in un certo modo, apparentemente irrazionale…

Ma non ce la faccio…cerco di vestirmi con panni diversi, di immedesimarmi in un altro modo di pensare, ma proprio non ci riesco…e allora cosa faccio ?

Parto !

Mi butto nell’organizzazione di una breve vacanza in un luogo non troppo lontano, ma spero lontano abbastanza da questa maggioranza di gente che vive intorno a me e che ragiona e vota in un modo che io non riesco a capire.

Destinazione ? Marocco, in particolare Fez, la regina delle città imperiali del nord. Marocco perché due anni fa ci è piaciuto, con la sua gente semplice ed un atmosfera ancora “vera”. Marocco perché ai nostri occhi è un altro mondo, dove dimenticare per un po’ egoismi e provincialismi che imperversano qui da noi…

E poi le grida del Muezzin danno assuefazione, lo sapevate ?


Non è Tutto Perfetto…

In che senso?? Non intendo tutte le valigie prontissime o che altro, ma… be’… ciò a cui devo rinunciare per un viaggio così.
Non potrò giocare la finale del torneo scolastico di pallamano, perchè si svolgerà lunedì; probabilmente non potrò fare il saggio di ginnastica artistica, perchè si farà domenica 3 all’aperto, ma, se piove, sarà rimandato a venerdì 8 e… il disegnino del meteo sono fulmini e saette rosse… 

Insomma, bisogna fare anche delle rinuncie, ma io non so se sono così pronta…

A volte penso: “Ma non saremmo potuti partire dopo la fine della scuola come tutti i comuni mortali??” No, non possiamo… Perciò non mi resta che lamentarmi in silenzio. 😦


Chat

Scaldiamo I Motori (Un Po’ Preoccupati….)

image

Sei ore al decollo, i bagagli sono pronti (o quasi….), ed il nervosismo, come al solito, serpeggia….Tutto bene, direi !

L’ unica cosa che non ci aspettavamo di questa partenza è il partire preoccupati: anche ieri sera il terremoto si è fatto sentire, e così, anzichè partire lasciando a casa i parenti preoccupati per il nostro viaggio in luoghi esotici, partiamo preoccupati per i parenti che restano a casa !

Anche questa un’esperienza nuova, ma che avremmo preferito evitare…


“Arrivederci”, Amici Miei…

Manca poco, pochissimo… solo quattro giorni!!
E non so cosa pensare, perchè non ho idea di cosa mi aspetta; non ho mai fatto un’ esperienza simile e quindi non so proprio cosa immaginare! E’ come se fossi davanti a un quadro e, più si avvicina la partenza, più io mi avvicino al quadro e quindi vedo una parte sempre più piccola, non riesco a comprendere tutto il senso dell’opera.

Invece, se mi guardo indietro vedo tutto quello che sto per lasciare durante i prossimi tre mesi: la solita routine (ma sarà davvero un peccato !?), la mia casa, il mio paese, i miei parenti e i miei amici… per tre mesi!!! praticamente 1/3 dell’anno scolastico!!
A proposito di amici…volevo dedicare loro una poesia… 

SE MI CHIEDI…
Se mi chiedi quanto è grande l’universo,
Posso dirti: “Fino a quanto riesci a immaginare”;
Se mi chiedi quante gocce formano il mare
Posso dirti: ” Tante quante le lacrime di un’innamorata”;
Se mi chiedi quanti sono i granelli di sabbia in una spiaggia,
Posso dirti: “Tutti quelli che riesci a contare”;
Ma se mi chiedi quanto bene ti voglio,
Allora lì cala il silenzio…

Voglio dire a tutti i miei amici di pensarmi sempre, ogni volta che gli mancherò. Quando farete il pic-nic di fine scuola, io sarò lì con voi, vi sarò vicina con il pensiero…
Ma insomma!! Quanto la  facciamo tragica!! Non è mica un addio! Vedrete che tre mesi passano in fretta!

AMICI, VI VOGLIO TANTO, TANTISSIMO BENE!!!


La Crisi, Ovvero il Senso Di Colpa

Tante volte in queste settimane in cui abbiamo annunciato i nostri programmi per l’estate ad amici, parenti, conoscenti ed anche a sconosciuti (la ragazza delle prenotazioni dal dentista, per esempio…), ci siamo sentiti in colpa. Non perchè stiamo facendo qualcosa di sbagliato o di dannoso per qualcuno, ma perchè in questo periodo in cui un discorso su due include la parola “crisi” diventa difficile raccontare di un viaggio lungo 3 mesi.

Difficile perchè magari la persona con cui stai parlando ha un lavoro precario, oppure ti ha chiesto se conosci qualcuno che puo’ offrirgli un secondo lavoro per integrare lo stipendio, oppure rinuncia ad un piccolo lusso extra da 50 euro perchè soldi non ce ne sono. E allora, davanti a quello sguardo un po’ sorpreso, un po’ invidioso ed in alcuni casi anche sospettoso (avranno vinto alla lotteria e lo tengono nascosto ? sono evasori totali di quelli che senti al telegiornale ?) non puoi fare a meno di sentirti in colpa.

Piu’ di una volta mi sono trovato a riflettere sull’opportunità di fare questo viaggio in un momento come questo, nel quale altri forse piu’ saggi (o meno avventurosi, non so…) metterebbero da parte questi soldi per un futuro che si presenta sempre piu’ incerto, soprattutto per due pazzi come noi che hanno da tempo rinunciato alle “certezze” di un lavoro stipendiato….Ma sono sempre arrivato alla conclusione che rinunciare a questo viaggio non avrebbe certo giovato alle persone che sono state colpite dalla crisi, e che il fatto che siamo stati (certamente) molto fortunati e (forse) anche abbastanza bravi nel nostro lavoro da potercelo permettere non comporta nessuna colpa.

Il mondo è un libro

Certo, questo denaro potrebbe essere speso in molti modi diversi, modi che possono sembrare piu’ utili e meno futili di un viaggio in località esotiche….questo lo sappiamo….

Sul frigorifero della nostra cucina c’è uno di quegli affari magnetici con scritto “Il mondo è un libro, e quelli che non viaggiano ne conoscono solo una pagina”… ecco, quando ci penso vedo questo viaggio anche come un investimento per il futuro, un capitale speso per fare in modo che, avendo letto qualche pagina diversa da quella che abbiamo davanti tutti i giorni, sia noi che i nostri figli sapremo scrivere delle pagine migliori di quelle che sono state scritte per questi anni.